www.abitarearoma.net - 31/03/2011

Da Garbatella ad Ostia passato prossimo e presente di Roma
Presso la Casa del Municipio - Urban Center Roma XI presentati i libri Garbatella Combat Zone e Storie bastarde

Gli sguardi storici e attualissimi dei due autori romani, Massimiliano Smeriglio (Roma 1966) e Davide Desario (Roma 1971), ci offrono le modalità per vivere, o meglio sopravvivere, in due diverse zone della capitale, Garbatella e Ostia, distanti geograficamente ma vicine per problematiche.

Smeriglio, assessore della Provincia di Roma e coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà e Desario, giornalista de Il Messaggero, si sono incontrati martedì 29 marzo alla Casa del Municipio – Urban Center Roma XI per presentare le loro opere letterarie d'esordio, rispettivamente Garbatella Combat Zone (edito da Volan nella Collana Intrecci, 176 pagine 13 euro) e Storie bastarde - Quei ragazzi cresciuti tra Pasolini e la Banda della Magliana (edito da Avigliano 2010) per riattualizzarne le dinamiche ed esaminarle in chiave sociopolitica.
All’incontro, coordinato da Marta Bonafoni (Radio Popolare) hanno partecipato anche Andrea Catarci, Presidente XI Municipio, Paolo De Nardis Socio onorario ANS e Docente Facoltà di Sociologia e Franco Giordano, Componente del Coordinamento Nazionale Sinistra Ecologia Libertà.

Storie private di un presente condiviso, la storia di Valerio, trentenne precario, della sua famiglia e del quartiere in cui vive; la periferia romana degli anni Settanta e Ottanta per un gruppo di ragazzini che cresce in strada tra la malavita locale.
Storie personali che s'intrecciano con le storie d'Italia: le Brigate Rosse, la Banda della Magliana, il sequestro Moro, la tragedia di Alfredino Rampi.
Una memoria atavica dove il passato non può essere facilmente dimenticato e dove il futuro è il sogno da cui ricominciare.

“Storie di Roma – interviene Andrea Catarci - raccontate da chi Roma l’ha vissuta e la vive. Storie di un agitato passato prossimo e di un complesso presente, visto da due attenti osservatori della nostra città, uno impegnato in politica e l’altro nell’informazione. Due attori e spettatori della romanità, capaci di raccontare storie di vita vissuta come di verosimili realtà permeate nel cuore dei nostri quartieri. Due autori giovani che hanno prodotto due bei libri in cui i primi protagonisti sono rispettivamente Garbatella e Ostia.”