Ezrome.it - 3/02/2011

E’ un corpo a corpo il combat zone, un combattimento senza armi, senza esclusione
di colpi, dove tra te e chi hai di fronte c’è solo la rabbia e la voglia di vincere. Alla
Garbatella, il quartiere dove Valerio Natali è nato e cresciuto, è anche e soprattutto
una macchina per fare soldi. Ma per Valerio no, lui lo fa solo per adrenalina.
Questo è il Garbatella combat zone, romanzo edito da Voland, il luogo fisico e dello
spirito, dove lo scrittore Massimiliano Smeriglio fa muovere il protagonista, Valerio,
pesce per metà di mare e metà di fiume, attraverso acque torbide, alla ricerca di sé
stesso.

E’ una vita che cresce nel ventre del quartiere, conosciuto ma oscuro, come il suo senso. Da un lato c’è la sensazione
di rivincita verso un destino ineluttabile, che si chiama precariato e sfruttamento, dall’altro il senso di colpa per aver
tradito le proprie origini, e quindi sé stessi.